FAQ  le domande frequenti

FAQ le domande frequenti

Domande più frequenti: Quale è l’algoritmo per calcolare il profumo? Non c’è algoritmo, c’è un artigiano che pazientemente cerca di capire 3 cose: chi è il cliente, come vuol porsi nella società e quali sono i suoi gusti e poi trasforma le tre cose in un profumo che deve essere una poesia che racconta l’essenza del cliente. E se poi il profumo non è sufficientemente caratterizzato? Per il bon ton olfattivo, la prima realizzazione non è mai sbilanciata oltre una certa misura su una nota estrema, prima di caricare su una nota si preferisce far provare a lungo il prodotto dal cliente che alla seconda realizzazione sarà in grado di dare indicazioni a riguardo.  E’ però previsto un servizio post vendita attivabile con una semplice telefonata, al momento usato peraltro una sola volta e prevede l’invio a casa di un flacone con pipetta contenente la nota da evidenziare che sarà aggiunta personalmente dal cliente una goccia alla volta finchè il profumo assume la caratteristica voluta. Il suo costo sarà costituito dal nudo costo della spedizione, della scatola, del flacone e del materiale usato. Dal momento che il cliente apre il flacone originale e aggiunge qualcosa, cessa la responsabilità di TAF sul prodotto. E se poi il profumo non mi piace proprio? Il profumo è fatto su precise indicazioni del cliente tramite test, quindi se proprio non piace vuol dire che non si è compilato sinceramente il test, non è mai successo ma se dovesse accadere si concorderà la eventuale restituzione del prodotto a TAF che rifonderà la cifra ricevuta tramite lo stesso acconto Paypall usato per il pagamento. Quali...
Leonardo Opali visto da una giornalista di costume

Leonardo Opali visto da una giornalista di costume

Non sogno di avere un mio brand, non voglio fare niente in serie ma voglio poter seguire personalmente tutti i miei clienti e i miei interessi sono circoscritti ad una zona del laborioso Nordest, leader in molti campi come l’industria conciaria e orafa e sono altresì circoscritti a qualche scelto cliente che mi contatta on line. Per me la vera nicchia è avere un profumiere che ti segue e ti aiuta a comunicare olfattivamente. Per questo non farò mai pubblicità ma fa molto piacere vedersi raccontato nel mensile di costume del Nordest e soprattutto grazie a me il poter vedere l’olfatto in prima pagina. Complimenti per l’articolo di Luisa Dissegna che mi ha visto come portatore di “ottimismo olfattivo” e mi ha dipinto come sono in una sola chiaccherata di mezzora. Tutto sommato vedere l’olfatto in prima pagina, fa capire che il mondo sta cambiando. L’articolo di copertina è da pagina 12 a pagina 17 In questo semplice filmato invece c’è un esempio di alcune realizzazioni Leonardo...

Cliccando su Accetto, acconsenti all'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi